La Commissione Tributaria Regionale della Toscana, con la sentenza n°2224/17, ha stabilito che i crediti tributari, derivanti dalle cartelle esattoriali (come del resto anche da avvisi di accertamento), si prescrivono nel termine breve di cinque anni, qualora non sia intervenuta una sentenza volta ad accertare la pretesa.

Il contribuente proponeva ricorso avverso intimazione di pagamento dell’Agente della Riscossione (ex Equitalia) inviata nel 2015, a mezzo della quale richiedeva il pagamento della somma di oltre €. 300.000,00, a titolo di Iva, Irpef ed Iva proveniente da cartelle esattoriali notificate nel biennio 2007 – 2008.

I giudici di appello hanno accolto l'appello del contribuente, annullando interamente il debito per prescrizione quinquennale del debito tributario.

Per maggiori dettagli vedi scarica la sentenza in formato PDF.

C.T.R. Toscana 2224 17 prescrizione quinquennale vizio di notifica (sito)